San Giorgio della Sezione di Pescara

pubblicato 29 ago 2014, 03:24 da Paolo Vagnoni   [ aggiornato in data 29 ago 2014, 03:33 ]

Giorno 26/4/2014.


La partenza in pullman era prevista per le 9 di mattina, più o meno, dal palazzetto dello sport di San Benedetto; il seguente arrivo, invece, era previsto per le 11 a Serramonacesca, una frazione di Pescara dove il gruppo di Roccamontepiano ci stava aspettando. 
Una volta arrivati, dopo aver svolto il quadrato di apertura ed aver assistito al lancio del tema del campo, incentrato proprio su San Giorgio, siamo subito partiti per il cammino. Il tempo non è stato dei migliori, ma per arrivare al castello non c'è voluto molto, ed il tragitto era più o meno coperto dalle fronde. Una volta arrivati in cima ad una montagnola, ci siamo fermati per pranzare proprio dentro al castello, che sembrava abbandonato. Pranzo squisito a cura di Alessia (fortuna lei), me lo sognerò per tutta la vita, non avevo mai mangiato così tanto e bene! Verso le 15 abbiamo iniziato le attività incentrate sulla personalità di San Giorgio, che servivano a sviluppare anche a noi delle caratteristiche del cavaliere quali la capacità di scegliere, la forza e l'intelligenza.. purtroppo le attività non finirono nel pomeriggio, come speravamo, ma ne parleremo più tardi. Tornati al campo cominciammo ad organizzarci per inventare una scenetta che avremmo rappresentato al fuoco di quella sera. Alle 20 circa, abbiamo cenato con i lupetti, e poi come al solito, ci hanno mollato qualcosa da fare all'ultimo minuto, ovvero il fuoco, ed avevamo solo legna verde. Dopo tanti problemi per accenderlo, siamo finalmente riusciti a farcela ed ad assistere alle scenette degli altri ed alla nostra, che è stata la migliore di tutti i tempi. Finito il fuoco, mentre quasi tutti andavano a dormire, siamo rimasti per il nostro fuoco rover, nel quale abbiamo compiuto per la prima volta la cerimonia della grolla, che diventerà una consuetudine per la nostra compagnia. Putroppo, terminato questo, convinti di poter dormire, siamo andati in tenda pronti per infilarci nei sacchi a pelo, quando ci hanno presentato carta e bussola e ci hanno dato un chilometro al buio da camminare, UN INCUBO. Alle 4 siamo andati a dormire, esausti.


Giorno 27/4/2014.

Sveglia alle 7.30, con molta tristezza di tutti. Quella mattina l'avremmo dedicata al servizio alla branca L, per fare da accompagnatori alle casate di lupetti per un gioco a tappe per il paese, è stato molto divertente. Dopo il pranzo, abbiamo animato la S. messa ed alle 16 ci siamo riuniti per fare la chiusura dell'attività, ma come al solito abbiamo fatto ritardo (ahahah). La ripartenza in pullman, che era prevista per le 16, avvenne alle 16.40, e l'arrivo a casa circa verso le 18.30.

Questa uscita è stata una delle più belle, piena di cose nuove e divertenti. 

Da rifare assolutamente, anche per rivedere Alessia ed Ivan, con i quali abbiamo un bel rapporto!


Comments